Calciatori Stranieri in Italia, in Serie B sono 1 su 4

La Serie B, il campionato degli italiani. Un soprannome non messo lì a caso dal presidente di Lega Andrea Abodi. In un periodo nel quale i calciatori stranieri in Italia sono in continuo aumento, a tenere alto il nome del nostro paese ci pensa il campionato cadetto. Sui 587 giocatori sotto contratto con una società di B, soltanto 142 provengono da fuori Italia, per una percentuale del 24%, 1 su 4. Un dato completamente diverso da quello della Serie A, dove la situazione è più che allarmante. Su 587 giocatori, 313 sono stranieri, il 53%. I paesi più rappresentati sono naturalmente quelli sudamericani. In 21 provengono dal Brasile, in 15 dall’Argentina e in 14 dall’Uruguay.

La squadra che vanta il maggior numero di forestieri è il Catania. Gli etnei in rosa ne contano ben 19, di cui 10 solo argentini, il 67%. Per quanto riguarda l’Avellino, la squadra di Rastelli è rappresentata maggiormente da italiani, dei quali 1 su 3 campani. Nell’organico biancoverde gli stranieri rappresentano il 20%. Sono cinque, e tutti nuovi acquisti: Mohamed Soumarè e Arnor Angeli dal Belgio, Moussa Kone dalla Costa d’Avorio, Jherson Vergara dalla Colombia e Attila Filkor dall’Ungheria. Senza contare però i naturalizzati italiani Rodrigo Ely ed Alfred Gomis. Nella passata stagione, invece, erano ben sette: Herrera, Galabinov, Decarli, Togni, Abero, Pape Dia e Ladrière.

Leggi anche –> Passato e Presente dell’Avellino Calcio, Kone a cena con Barbadillo

Leggi anche –> Rosa Avellino 2014/2015, un calciatore su tre è campano