Calciomercato Avellino Gennaio 2016: no a Ely e Comi

Manca poco più di un mese al calciomercato invernale, ma i primi nomi sono già venuti fuori. E come al solito ad Avellino molti di questi sono soltanto chiacchiere da bar trasformate in trattative. Come ha confermato il direttore sportivo Enzo de Vito ai microfoni di OttoChannel, non ci sarà nessun cavallo di ritorno. Né Rodrigo Ely, né Gianmario Comi.

Il brasiliano è stato protagonista di un ottimo precampionato con i rossoneri, tanto da guadagnarsi la fiducia di Mihajlovic che ad inizio stagione lo ha schierato più volte titolare al fianco del’inamovibile Romagnoli, salvo poi modificare le gerarchie in corsa. Prima Zapata, poi Mexes e ora Alex, il tecnico serbo non ha ancora trovato il compagno giusto da affiancare al campioncino italiano. Il maggiore indiziato a lasciare Milanello a gennaio è il colombiano, che potrebbe avere qualche offerta dall’estero prima della scadenza del suo contratto. Gli altri due, Alex e Mexes, lasceranno il Milan a fine stagione. Rodrigo Ely, dunque, nonostante adesso sia la quarta scelta, diventa una pedina importante sia per il presente che per il futuro della difesa milanista. E all’Avellino tutto serve fuorché un difensore centrale, ruolo ben coperto dall’ottimo Biraschi, e da Chiosa, Ligi e Rea. Probabilmente in quel ruolo a gennaio non si interverrà. Un ritorno ad Avellino è escluso.

Gianmario Comi, invece, è un’ipotesi campata in aria su un’eventuale cessione di Marcello Trotta. Il giocatore, che a Livorno sta trovando poco spazio complici le scelte sul modulo di Panucci, rimarrà in Toscana fino a fine stagione. Il tecnico gli preferisce Vantaggiato, ma Comi è la prima scelta della panchina e terminerà il suo periodo di prestito in amaranto senza trasferirsi. Anche per lui, dunque, è escluso un ritorno ad Avellino. Come del resto ha confermato il diesse De Vito. È finita l’era dei Puleo, dei Millesi e dei Biancolino, per quest’anno cavalli di ritorno non ce ne saranno.

Per adesso, dunque, è meglio lasciar perdere il calciomercato e pensare al campionato. C’è un Perugia da battere ed una classifica da scalare.

Leggi anche: