Calciomercato Avellino, ecco chi è Matthias Solerio

Tanti rifiuti, tanti no, in questo calciomercato di Gennaio per l’Avellino. I motivi sono molteplici, ma questa è stata di gran lunga una delle sessioni di mercato più pazze che si ricordi negli ultimi anni. Solerio è stato l’ultimo colpo della società in extremis, per colmare il vuoto sulla fascia sinistra.

Stare qui a colpevolizzare la dirigenza non giova ma il viaggio a Milano del duo Gubitosa-De Vito a pochi minuti dalla fine del mercato, rischiava di portare in dono il nulla (se non la sostituzione di Offredi accasatosi a Bari con Iuliano che andrà a fare il terzo portiere e lo sfoltimento parziale della rosa). Ma proprio quando la corsa al terzino sinistro sembrava fare un buco nell’acqua ecco la sorpresa: il laterale mancino over, tanto richiesto da Novellino, in realtà è una giovane promessa: Matthias Solerio, capitano del Giana Erminio, compagine di Gorgonzola in provincia di Milano, militante nel campionato di Lega Pro.

Classe 1992, l’Avellino in realtà lo aveva già opzionato per Giugno, ma visto l’inserimento di Verona e Novara, e sopratutto, vista l’impossibilità di arrivare a un terzino over dato i continui dinieghi, ecco che è stata anticipata l’operazione con la seguente formula: il giocatore, in scadenza nel 2018, arriva in Irpinia in prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza.

Solerio è stato tra i protagonisti della cavalcata dello Giana Erminio dalla Promozione sino alla Lega Pro. Nelle ultime tre stagioni in terza serie, ha totalizzato 86 presenze impreziosite da 4 gol e 5 assist. Beniamino della curva, soprannominato “Sole”, il suo arrivo comporta solo due grandi dubbi: 1) l’aver giocato spesso in una difesa a 3, quindi deve subito capire i meccanismi “a 4” di Novellino; 2) essendo al suo debutto in B, e nello stesso tempo, l’Avellino necessitando immediatamente di un laterale puro, Solerio deve ambientarsi in tempo record.

Matthias ha dalla sua grande personalità (capitano già alla sua età), grande spinta sulla fascia e una grande capacità di applicazione tattica e diligenza calcistica. Il classico bravo ragazzo, che ha salutato la tifoseria dello Giana, con un messaggio commovente su Facebook, ed è pronto ad abbracciare la nuova avventura biancoverde.

Grande fans dei Guns N’ Roses (che non perde occasione di seguire quando fanno tappa in Italia), rappresenta per i tifosi biancoverdi, la speranza in più di questo girone di ritorno, magari seguendo le orme di Davide Zappacosta che quando arrivò in Irpinia era sconosciuto ai più.

Non bisogna caricare il giovane di tante aspettative, ma una sua immediata esplosione rappresenterebbe la svolta per l’Avellino che ha bisogno come il pane di un laterale sinistro che riesca a fare bene entrambe le fasi, dato l’adattamento di Gonzales (che però perde ancora un sacco di palloni pericolosi in uscita, basti vedere l 1-1 di Catellani) e l’inesperienza di Asmah, al primo campionato tra i professionisti, oltre che l'”inversione forzata” di fascia a Laverone, che così potrà tornare alla sua corsia di competenza.

Matthias Solerio e l’Avellino, dunque: corsa, sacrificio e cross a servizio del lupo.