Calcioscommesse Avellino, Accolte eccezioni: Processo da rifare

Clamoroso colpo di scena al Processo per il calcioscommesse che oggi ha avuto luogo a Roma: l’avvocato dell’Avellino Eduardo Chiacchio, ha ottenuto l’accoglimento delle eccezioni di forma presentate, e dunque l’udienza si dovrà rifare venerdì 7 Aprile, con sentenza entro il 10 dello stesso mese.

Dunque, scongiurata almeno per un altro mese, l’ipotesi della penalizzazione di sette punti che l’accusa aveva chiesto per l’Avellino. E inoltre ciò significa che le difese, sia quelle dei singoli tesserati (Izzo, Millesi, Peccarisi, Biancolino, Castaldo, Arini) sia quella della società dell’U.S.Avellino, potranno presentare ulteriori elementi al processo, che in ogni caso dovrà vedere rifatte anche le richieste in base ai nuovi elementi presentati.

Dunque, una giornata davvero incredibile dunque quella che ha vissuto l‘Avellino. Prima dell’udienza c’era infatti un clima abbastanza fiducioso nella società, poi le pesanti richieste dell’accusa avevano gettato un po’ di sconforto nell’ambiente, come ammesso peraltro dallo stesso Gubitosa subito dopo la fine del dibattito.

Ora quest’ultimo colpo di scena, che almeno per un mese, mette da parte la questione e fa si che la squadra torni a concentrarsi sul campo. Domani al Partenio arriva il Perugia e i tre punti sarebbero davvero un toccasana per la squadra di Novellino, che fino all’udienza del 7 Aprile, dovrà conquistare più punti possibile per ipotecare definitivamente la salvezza a prescindere dalla possibile penalizzazione.