Calcioscommesse Avellino, Chacchio: “Giornata positiva”

Ha parlato il legale dell’U.S. Avellino Eduardo Chiacchio, dopo essersi risolto con un nulla di fatto il processo relativo allo scandalo del Calcioscommesse: sono state infatti accolte le sue eccezioni e l’udienza dovrà rifarsi il 7 aprile 2017, con la sentenza che slitterà a sua volta a lunedì 10 Aprile

Queste sono state le sue dichiarazioni: “Voglio complimentarmi con la stampa irpina per l’attaccamento alla materia e con la quale avevo riferito che si sarebbero state sorprese. Di meglio, oggi, non ci poteva andare”.

Ha aggiunto: “Noi come ufficio legale abbiamo presentato due eccezioni preliminari. La prima riguarda la violazione del contraddittorio, con la quale è stata accolta in pieno. L’altra invece riguarda la perentorietà dei termini procedurali. Tra qualche giorno il Collegio di Garanzia dovrà pronunciarsi su questo secondo punto“.

Inoltre, ha aggiunto: “Non facciamo voli pindarici, ma questa sentenza potrebbe cadere a piombo. Torneremo il 7 aprile per ridiscutere della faccenda. Vedremo che cosa accadrà, è difficile saperlo subito ma noi ci auguriamo di ottenere il massimo risultato possibile“.

Poi ha aggiunto: “L’Avellino non è in una posizione buona, ma stiamo facendo molto bene. Sono aperte tantissime strade, ma il processo sarà lungo e difficile. Per noi è un giorno positivo, se poi qualcuno diceva che la squadra si sarebbe salvata immediatamente, si sbagliava“.

Infine ha aggiunto: “Sono contento che i tifosi apprezzino il mio lavoro. Sono alla trentottesima difesa per questa società. Sono un figlio di questa terra e farò di tutto per ottenere il miglior risultato possibile, ma non chiedetemi quale potrà essere. Sono convinto che ne usciremo bene perché potremo difenderci in tutti i modi“.