Calcioscommesse, Avellino deferito dalla Procura

Avellino deferito. La tristemente attesa sentenza sul deferimento, relativa al calcioscommesse, riguardante le due partite alterate nel Maggio 2014, è purtroppo giunta da parte della Procura Federale. L’accusa è quella di illecito sportivo; dopo avere esaminato gli atti Depositati presso il Tribunale di Napoli, i deferiti risultano:

Francesco Millesi e Armando Izzo, allora calciatori dell’U.S.Avellino; Luca Pini, tesserato presso l’A.S.D. Atletico Tor Bella Monaca. Ai tre viene contestato il reato di essersi associati tra loro per l’ alterazione del regolare svolgimento di alcune gare di serie B, al fine di assicurarsi un vantaggio economico.

Stessa sorte è toccata a Pisacane, Castaldo, Biancolino e Arini, oltre al Presidente Walter Taccone, per l’omessa denuncia dei fatti. Inoltre deferite le società U.S. Avellino e ASD Torbellamonaca per responsabilità oggettiva.

Ricordiamo che le gare sotto il mirino sono Modena-Avellino del 17 e Avellino-Reggina del 22 Maggio 2014. La prima tranche dell’inchiesta per ora, vede una mano pesante sui lupi. Speriamo che la Società Irpina sia in grado di dimostrare la propria estraneità ai fatti, come più volte ribadito dal Presidente, così da evitare una dannosissima penalizzazione.