Calcioscommesse Catania, Abodi: “Campionato di B non sarà invalidato”

Nuovo terremoto nel calcio italiano con la notizia clamorosa che riguarda alcune partite comprate dal Catania nello scorso campionato di Serie B. Per il presidente dei club rossazzurro, Antonino Pulvirenti, e altre sei persone sono scattate le manette con l’accusa di frode sportiva e truffa.

Una notizia che ha del clamoroso ma, nonostante la gravità della cosa, il campionato di Serie B 2014-2015 non sarà invalidato “per definizione la responsabilità è individuale, quindi risponde chi paga“. Ha cosi commentato il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi a Sky TG24. È una notizia che lascia senza parole e che fa male al calcio italiano. La situazione è circoscritta anche se indubbiamente c’è un’incidente sulla competizione stessa. A questo punto mi auguro soltanto che, al di là della competizione che si è appena chiusa, si possa riaprire la nuova sotto gli auspici migliori e che ci sia un processo che velocemente ci consenta di iniziare la competizione“.

Abodi ha poi concluso: “Lavoriamo ogni giorno per rendere credibile e aumentare la reputazione del nostro contesto. Ora bisogna subito reagire e fare in modo che la verità venga fuori il prima possibile. La risposta, in caso di conferma, dovrà essere dura perché non accettiamo queste cose, perché si mortifica il campo e il valore sportivo di una competizione“.

Leggi anche: