Calcioscommesse, Millesi torna in libertà

Francesco Millesi torna in libertà. Questa la clamorosa notizia sul fronte calcioscommesse, che vede imputato l’ex capitano dell’Avellino, al centro della bufera per due partite della stagione 2013-14: Modena-Avellino 1-0 e Avellino-Reggina 3-0. A salvare, per ora, il calciatore catanese, è stato un cavillo giuridico.

Come riportato dagli organi di stampa, l’udienza del riesame dell’ex capitano biancoverde era prevista per questa mattina, ma l’interrogatorio non è avvenuto per un’omessa notifica dell’udienza al diretto interessato. In caso di omessa notifica l’udienza del riesame doveva essere riconfermata, ma al medesimo tribunale spettano dieci giorni per giungere ad una decisione. Quindi scaduti i tempi tecnici la misura cautelare perde di efficacia. Dunque Francesco Millesi è tornato in libertà, in attesa di ulteriori sviluppi della vicenda.

Leggi anche: Scommesse, l’avvocato di Millesi: “Nessuna partita truccata”

Leggi anche: Scandalo Scommesse, Millesi tentò di corrompere anche Arini