Calcioscommesse, per Modena-Avellino responsabilità diretta

Responsabilità diretta per la partita Modena-Avellino. Questo l’accusa più pesante rivolta all’Avellino per la vicenda del calcioscommesse, relativa al campionato di Serie B 2013-2014. Le partite sotto inchieste sono Avellino-Reggina del 25-5-2014 e Modena-Avellino del 17-5-2014.

Ma mentre per la prima partita si parla di responsabilità oggettiva, ed il Presidente Taccone (che pure si è detto sempre tranquillo) non figura tra gli indagati, diversa è la questione per la gara contro i canarini, che vede imputato il Presidente più altri sette calciatori: Millesi, Izzo, Peccarisi, Pisacane, Arini, Castaldo e Biancolino. Vi riportiamo quindi di seguito le motivazioni del deferimento per entrambe le partite.

Questo per quanto riguarda Modena-Avellino:

MILLESI Francesco, IZZO Armando e PECCARISI Maurizio, tutti e tre calciatori tesserati per la società A..S. AVELLINO 1912 s.r.l., nonché PINI Luca, all’epoca dei fatti calciatore tesserato per la società A.S.D. ATLETICO TORBELLAMONACA, violazione dell’art. 7, commi 1 e 2, del C.G.S., per avere, prima della gara MODENA – AVELLINO del 17.5.2014, in concorso fra loro, con altri soggetti non tesserati ed altri allo stato non identificati, posto in essere, riuscendovi, atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della gara suddetta prendendo contatti ed accordi diretti allo scopo sopra indicato; con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati e l’alterazione del risultato della gara per quanto riguarda MILLESI Francesco, IZZO Armando e PINI Luca;

PISACANE Fabio, ARINI Mariano, CASTALDO Luigi e BIANCOLINO Raffaele, all’epoca dei fatti tutti calciatori tesserati per la società A.S. AVELLINO 1912 s.r.l., nonché TACCONE Walter, all’epoca dei fatti Presidente della società A.S. AVELLINO 1912 s.r.l., violazione dell’art. 7, comma 7, del C.G.S., per aver violato il dovere di informare senza indugio la Procura Federale omettendo di denunciare i fatti integranti illecito sportivo, riguardanti la gara MODENA – AVELLINO del 17.05.2014;

– La società U.S. AVELLINO 1912 s.r.l., già A..S. AVELLINO 1912 s.r.l.: a titolo di responsabilità diretta, ai sensi dell’art. 4, comma 1, del C.G.S. con riferimento a quanto contestato al suo Presidente TACCONE Walter; a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 7, comma 2, e dell’art. 4, comma 2, del C.G.S., in ordine agli addebiti contestati a MILLESI Francesco, IZZO Armando e PECCARISI Maurizio, nonché ancora a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 4, comma 2, C.G.S. per quanto ascritto a PISACANE Fabio, ARINI Mariano, CASTALDO Luigi e BIANCOLINO Raffaele, con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati e dell’alterazione del risultato della gara per quanto riguarda MILLESI Francesco ed IZZO Armando;

– La società A.S.D. ATL. TORBELLAMONACA BREDA, già A.S.D. ATLETICO TORBELLAMONACA: a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 7, comma 2, e dell’art. 4, comma 2, del C.G.S., in ordine agli addebiti contestati a PINI Luca con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati al predetto calciatore e dell’alterazione del risultato della gara;

Queste invece le motivazioni per Avellino-Reggina:

MILLESI Francesco ed IZZO Armando, all’epoca dei fatti calciatori tesserati per la società A.S. AVELLINO 1912 s.r.l., nonché PINI Luca, all’epoca dei fatti calciatore tesserato per la società A.S.D. ATLETICO TORBELLAMONACA, violazione dell’art. 7, commi 1 e 2, del C.G.S., per avere, prima della gara AVELLINO – REGGINA del 25.5.2014, in concorso fra loro, con altri soggetti non tesserati ed altri allo stato non identificati, posto in essere, riuscendovi, atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della gara suddetta prendendo contatti ed accordi diretti allo scopo sopra indicato; con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati e l’alterazione del risultato della gara per quanto riguarda MILLESI Francesco, IZZO Armando e PINI Luca;

– La società U.S. AVELLINO 1912 s.r.l., già A..S. AVELLINO 1912 s.r.l.: a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 7, comma 2, e dell’art. 4, comma 2, del C.G.S., in ordine agli addebiti contestati a MILLESI Francesco ed IZZO Armando, con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati e dell’alterazione del risultato della gara per quanto riguarda MILLESI Francesco ed IZZO Armando;

– La società A.S.D. ATL. TORBELLAMONACA BREDA, già A.S.D. ATLETICO TORBELLAMONACA: a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’art. 7, comma 2, e dell’art. 4, comma 2, del C.G.S., in ordine agli addebiti contestati a PINI Luca con l’aggravante di cui all’art. 7, comma 6, del C.G.S., della pluralità degli illeciti commessi e contestati al predetto calciatore e dell’alterazione del risultato della gara”.