Penalizzazione Avellino, Chiacchio: “Nulla di scontato nel processo”

 “Non c’è nulla di scontato nel processo”.  A dirlo è l’avvocato dell’Avellino Eduardo Chiacchio, in merito alla possibile penalizzazione in cui può incappare l’Avellino, per l’ormai nota vicenda del calcioscommesse. A Radio Punto Nuovo, l’avvocato ha spiegato che dal processo che inizierà di venerdì si può attendere di tutto, e particolare importanza per l’Avellino avrà l’assoluzione o meno di Walter Taccone.

Ecco le sue parole: “Nel caso in cui il dibattito dovesse chiudersi già venerdì sera, la richiesta della Procura Federale sarà imminente. Se il processo viene celebrato, dopo il superamento delle valutazioni pre-dibattimentali, è lecito attendersi una sentenza di primo grado prima del 10 marzo e, poi, un’attesa di quaranta giorni circa tra il primo ed il secondo grado.

Quindi aggiunge: L’assoluzione del presidente Walter Taccone alleggerirebbe la posizione dell’Avellino. Per quanto riguarda gli altri tesserati, mi auguro che non vengano condannati per illecito sportivo: in questo caso potremmo stare tranquilli come società. Si tratta, però, di un lavoro improbo soprattutto per due dei tre ex tesserati coinvolti”.