Caos Catania, Taccone: “Avellino merita rispetto”

La Serie B è stata colpita in mattinata da un vero e proprio terremoto. L’ombra del calcioscommesse incombe per l’ennesima volta sul campionato cadetto e, in particolare, sul Calcio Catania. Le indagini della Procura del capoluogo etneo proseguono e gli inquirenti lavorano sulla partita Catania-Avellino, che potrebbe essere affiancata alle altre 5 sfide truccate.

Il presidente dei Lupi Walter Taccone, chiamato in causa dalla spiacevole situazione, ha difeso ai microfoni di Irpinia Tv la società biancoverde e tutti i suoi componenti: “La magistratura applichi la lente di ingrandimento sulle partite veramente coinvolte e non solo sulla partita Catania-Avellino. Ad Avellino questa partita fa semplicemente ridere, perchè sappiamo che quella sfida è stata dominata dai nostri ragazzi, i quali persero 1-0 a causa di un rigore inesistente e di un arbitraggio nel complesso insufficiente. I nostri giocatori sono persone per bene, – aggiunge – sappiamo tutti cosa ha fatto, ad esempio, Fabio Pisacane di fronte a certe situazioni, ma tutto il gruppo ha sempre affrontato con lealtà ogni appuntamento. La partita di Catania fu ridicola, quindi andassero a vedere cosa è successo realmente. L’Avellino rifiuta qualsiasi tipo di visione e di lente di ingradimento.”

Molto grave quello che è successo a Catania, ennesima piaga di un calcio malato: “E’ un calcio malato, che allontana i nostri ragazzi da un gioco bellissimo, ma in questo caso la nostra società è parte lesa e non escludo un ricorso alle vie legali, se la situazione dovesse continuare su questa falsa riga.”

Leggi anche :

CalcioScommesse, Catania-Avellino sotto Inchiesta

Catania-Avellino, Quando De Vito Disse: Se Parlo Mi Squalificano (Video)