Capello: “Quella sigaretta spenta in testa ad Avellino”

Fabio Capello ieri ha assistito alla vittoria della Spal per 3 a 0 sull’Avellino. L’ex allenatore di Juventus, Milan, Roma, Real Madrid e della nazionale inglese e russa, prima della partita è stato intervistato ai microfoni di Avelino TV, e ha parlato anche dei suoi trascorsi da calciatore, in cui ha giocato da avversario al Partenio

Ecco le sue dichiarazioni: “Il Partenio non è mai stato un campo facile per il calore della gente, ogni volta che giocavo lì gli avversari avevano grande grinta e carattere e giocare contro di loro è stata sempre una dura battaglia, per questo la rispettavamo“. Durante l’intervista si è anche lasciato andare ad un aneddoto particolare:”Ricordo di un dirigente che spense una sigaretta sulla testa di un dirigente della squadra in cui giocavo“.

A fine intervista ha aggiunto anche una sua opinione sull’erba sintetica adottata in alcuni stadi italiani: “Capisco in Russia, dove i campi in erba sintetica servono per affrontare temperature molto basse, ma in Italia per ridurre i costi del Comune, sinceramente non la concepisco“.

Leggi anche: Spal-Avellino, Capello in Tribuna per il Posticipo