Carta ad Avellino-Calcio.it: “Cagliari, attento a Tavano”

Sabato si gioca Cagliari-Avellino, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie B 2015-2016. A presentare il match in esclusiva ai microfoni di Avellino-Calcio.it ci ha pensato il collega di CagliariNews24.com, Roberto Carta.

Ecco l’intervista integrale al giornalista sardo:

Massimo Rastelli è diventato l’allenatore del Cagliari quest’estate, dopo tre anni passati ad Avellino. Com’è stato l’impatto con il nuovo ambiente e il presunto “tradimento” alla piazza biancoverde?

“A Cagliari si è approcciato bene. Ha dato subito un’ottima impressione, gli addetti ai lavori che hanno seguito lo scorso campionato di B hanno potuto notare che Rastelli è un allenatore che conosce la categoria. Molti avevano individuato che ci fosse un reale interesse del Cagliari verso l’allenatore in caso di retrocessione. In lui avevano visto l’uomo giusto. Il campionato di B è difficilissimo, ci vogliono giocatori e allenatori che conoscono la cadetteria. Rastelli è perfetto e si è calato benissimo nel suo ruolo”.

Rastelli ha portato con sé un suo pupillo, Fabio Pisacane. Anche lui si sta ritagliando uno spazio in squadra..

Pisacane sulla carta non è un titolare. Per ora lo sta facendo giocare terzino destro ma il titolare dovrebbe essere Balzano, spostato per adesso a sinistra per l’assenza di Murru. La sensazione che ha dato alla piazza è che sia uno di quei giocatori magari non dotati tecnicamente, ma che suda la maglia. Usando le sue parole sputerà sangue per la maglia del Cagliari. Sono questi i calciatori che entusiasmano i tifosi”.

Roberto Carta
Roberto Carta

Come arriva il Cagliari a questa sfida con i lupi?

“Il Cagliari arriva dopo un pareggio in casa della Ternana che sa un po’ beffa visto che il vantaggio iniziale e il gol preso in extremis. Nel finale la squadra ha sofferto troppo. Il pensiero di tutti è stato dire “ce la siamo cercata”. Il Cagliari punta a vincere il campionato, a vincere ogni partita si troverà a giocare. Quella con l’Avellino è la prima partita importante in calendario”.

L’Avellino è un avversario ostico, c’è un giocatore che ti fa più paura degli altri?

“Il tifoso del Cagliari credo abbia paura di Ciccio Tavano. Un nome importante, dopo aver giocato l’anno scorso ad Empoli in A, in Serie B quest’anno potrà fare la differenza. Ha mosso il mercato della Serie B e ha fatto individuare nell’Avellino una delle possibile rivali della promozione. I lupi hanno fatto un grande mercato, la conferma di Trotta ed il prestito di Insigne vanno a formare un reparto d’attacco formidabile”.

Il Cagliari è la strafavorita per la promozione. La piazza crede al primo posto? Ha fiducia nell’allenatore?

“La tifoseria ha fiducia perché il Cagliari ha operato un mercato importante. Tutti e ventidue i calciatori sarebbero titolari nelle restanti squadre di Serie B. Ma non basta essere superiori sulla carta. Ci vuole altro, Carpi e Frosinone hanno sorpreso tutte l’anno scorso. Purtroppo il rapporto con il Presidente Giulini non è idilliaco a causa della retrocessione al suo primo anno di Presidenza, ma con una promozione tutto verrebbe lasciato alle spalle”.

Infine, un pronostico sulla sfida di sabato.

“Sarà una partita dura e difficile per il Cagliari ma son convinto che alla fine vincerà e riscatterà il pareggio di Terni”.

Leggi anche: