Castaldo al Corriere dello Sport: “Avellino, la A non è un sogno”

Autentico trascinatore dell’Avellino in questo avvio di campionato coi suoi due gol in tre match disputati, Luigi Castaldo non nasconde le sue ambizioni per questo campionato, come dichiarato anche dal suo agente De Notaris in un’intervista rilasciata ieri ad un noto portale calcistico. L’ex Nocerina sa bene che questo avvio di campionato metterà in guardia le avversarie sul valore dei Lupi irpini i quali saranno attesi, quindi, da partite difficilissime.

Al Corriere dello Sport, il numero 10 biancoverde ha dichiarato a tal proposito: “Il bottino finora è buono, ma restano da giocare 39 partite e non sarà sempre facile fare risultato, non mancheranno le fasi difficili ma ora vogliamo goderci questo bellissimo momento.” Castaldo sembra tutt’altro giocatore, molto più maturo rispetto alla precedente esperienza in cadetteria con la maglia dell’Ancona: “Ero giovane, ma con l’Avellino sarà diverso, c’è una voglia matta di centrare la promozione.”

taccone

Argomento scottante quello della Serie A, tant’è che lo stesso presidente Taccone ha dichiarato che il progetto prevede una crescita graduale basata su un progetto triennale per il quale si spiegano i contratti pluriennali sottoscritti da alcuni elementi da rosa, in primis da mister Rastelli. Ma Castaldo cosa ne pensa del salto in A? “Non ci siamo fissati un traguardo, ma la Società ha un programma importante.”

Leggi anche–> Castaldo (Avellino), l’agente: “Sogna la A con l’Avellino”