Castaldo al Guerin Sportivo: “Mi ispiro ad Ibrahimovic”

Il bomber dell’Avellino Luigi Castaldo fa parlare di sé ancora una volta, stavolta il capocannoniere dei lupi ha rilasciato un’intervista per il Guerin Sportivo, parlando del suo passato, della squadra biancoverde e dei sogni per il futuro. Queste le sue parole: “Fino a questo momento ho segnato con continuità ma vi svelo che smetterei di farlo se servisse alla mia squadra per vincere. Qui ad Avellino c’è fame di successo, è da troppo tempo che manca la Serie A , e l’anno scorso ci siamo andati vicini. Dopo l’ultima giornata rimasi un mese giù di morale per la delusione e non vedevo l’ora di ricominciare. Quest’anno penso che siamo più forti e lotteremo fino alla fine per questo sogno, per questa piazza che merita di tornare in alto. Con la recente scomparsa dell’ex presidente Sibilia- continua Castaldo – si è parlato molto di quegli anni, per tutti noi calciatori è uno stimolo in più il sogno di giocare in A con questa maglia, soprattutto per chi non ci ha mai giocato”.

Castaldo ha poi parlato del suo mister, Massimo Rastelli: “E’ grazie a lui se riesco a segnare così tanto. Con il suo schema di gioco, mi muovo molto più vicino alla porta, anche rispetto all’anno scorso, e vado in porta con maggiore continuità”. Sul suo passato: “Lasciai Siena perché capii che volevano mandarmi in prestito in Lega Pro. Decisi di togliere il disturbo. Mi ha cercato anche la Salernitana, ma io spero di chiudere la carriera con l’Avellino”.

Con le dovute proporzioni, Castaldo è ormai il punto di forza dei lupi, l’attaccante che può cambiare la partita, che può decidere un incontro ma anche una stagione intera, e lui dice di ispirarsi ad uno dei più grandi del calcio europeo: “Mi piace molto Zlatan Ibrahimovic. Ha una strepitosa tecnica individuale ma anche una grande forza fisica. E’ uno degli attaccanti più forti del mondo. Da bambino il mio idolo era Ronaldo, il brasiliano, quello vero”.

Leggi anche –> Castaldo a Gianlucadimarzio.com: “Ad Avellino a vita!”

Leggi anche –> Castaldo a Sky Sport: “Serie A? E’ realizzabile”