Catania-Avellino: il Ministero dell’Interno Apre un’Inchiesta

A distanza di un mese dalla partita del 29 marzo, il Ministero dell’Interno ha accolto la richiesta diretta del Presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi di aprire un’inchiesta sui fatti che hanno coinvolto i tifosi dell’Avellino allo stadio Massimino di Catania.

Dopo i provvedimenti presi dal Questore della città etnea Marcello Cardona nei confronti dei tifosi biancoverdi, 22 anni di daspo a quattro ultras dell’Avellino, il Direttivo della Curva Sud aveva diramato un comunicato dove veniva spiegata passo per passo l’odissea della trasferta siciliana, dove riuscirono ad entrare allo stadio soltanto al 36′ del primo tempo a partita già iniziata. Nel tentativo di velocizzare l’ingresso allo stadio dopo che si era venuta a creare una calca ai tornelli, i tifosi avellinesi hanno cercato di aiutare gli steward a smaltire la folla, gesto interpretato dalla Questura Catanese come “forzatura dei tornelli”.

Abodi aveva promesso al Presidente dei lupi Walter Taccone di portare la vicenda alle orecchie dei rappresentanti delle autorità nazionali per la pubblica sicurezza per rendere giustizia alla tifoseria irpina.

Leggi anche: