Catania-Avellino, Rastelli Fuori Onda: “La partita l’abbiamo vista tutti”

Al termine di un Catania-Avellino ricco di tensioni e polemiche, causate dal rigore dubbio concesso dall’arbitro Baracani di Firenze, l’Avellino Calcio ha indotto il silenzio stampa ad allenatore e tesserati. Massimo Rastelli, dunque, non si è potuto presentare per ordine della società dinanzi alle telecamere di Sky e ai microfoni di Radio Punto Nuovo, come è solito fare nel post-partita, ma nonostante ciò, i giornalisti di RPN sono riusciti a strappare alcune parole importanti al tecnico biancoverde, che all’uscita dal campo ha affermato: “Non posso parlare, ma la partita l’abbiamo vista tutti”.

Parole che fanno rumore, in particolare dopo un match così intenso e fondamentale per il prosieguo del campionato dei lupi, i quali oggi, dopo il passo falso del Vicenza, con un successo avrebbero potuto agganciare il terzo posto e andare a -4 dal Bologna, se Baracani non fosse caduto nella trappola tesagli da Emanuele Calaiò.

La sconfitta odierna è la numero 4 nelle ultime 5 partite dell’Avellino e non fa altro che avvicinare le inseguitrici e allontanare chi è davanti, ma soprattutto continua a far traballare la panchina di Rastelli, ora davvero a rischio esonero. In settimana la parola d’ordine potrà e dovrà essere soltanto lavoro.

TUTTO SU CATANIA-AVELLINO

Leggi anche –> Avellino Calcio in Silenzio Stampa dopo la sconfitta a Catania

Leggi anche –> Catania-Avellino 1-0, Marcolin: “Abbiamo fatto una grande figura”