Catania Calcio: Retrocessione in Lega Pro e Daspo a Pulvirenti

Nelle prossime ore maturerà nelle aule della Procura di Roma la sentenza definitiva relativa allo scandalo “I Treni del Gol”, scatenato dal presidente del Catania Antonino Pulvirenti, che ha deciso di confessare e collaborare con gli organi di giustizia.

Il numero degli etnei, però, non poteva passarla liscia, essendo reo di illecito sportivo: la Procura di Catania ha punito lui e l’ex ds dei siciliani Pablo Cosentino con 5 anni di Daspo e inibizione.

Il Procuratore di Cremona Stefano Palazzi, inoltre, ha richiesto la retrocessione in Lega Pro e la partenza con 5 punti di penalizzazione del Calcio Catania, il cui destino sarà più chiaro nella serata di domani. La Procura di Catanzaro, invece, avrebbe addirittura proposto al giudice la retrocessione in Serie D del Teramo, costringendo inoltre gli abruzzesi a partire con ben 20 punti di penalizzazione.

Ricordiamo che Pulvirenti, durante l’interrogatorio tenutosi all’interno del tribunale del capoluogo siciliano, aveva ammesso di aver combinato ben 5 partite (con un punto interrogativo su Catania-Avellino) al fine di aiutare la sua squadra a salvarsi in maniera tranquilla.

Leggi anche –> Catania-Avellino, Palazzi: “La gara fu combinata”

Leggi anche –> Catania, Intercettazioni tra Pulvirenti e Delli Carri (Video)