Catanzaro-Avellino 2013, Taccone: “Chiedo di stare tranquilli”

Ecco il commento del patron bianco-verde dopo l'interrogatorio per l'inchiesta Money Gate

Il presidente dell’U.S. Avellino Walter Taccone è stato ascoltato, questa mattina, dalla Procura Federale in merito all’inchiesta del Money Gate e della presunta combine avvenuta il 5 maggio del 2013, nella sfida Catanzaro-Avellino, che regalò ai lupi la promozione in Serie B dopo quattro anni dal fallimento.

Sull’interrogatorio di questa mattina, ha commentato: “Tutto sommato non è andata male, non sono atti segregati. Nulla di che, mi hanno fatto delle domande ed io ho risposto, tutto qua. Abbiamo detto tutto ciò che sapevamo e dovete stare tranquilli perchè dalla nostra parte non ci sono problemi“.

Passando all’argomento Calciomercato, ha risposto: “A noi al momento sul mercato dobbiamo pensare a prendere un attaccante ed un difensore, forse sue se Jidayi dovesse andare via. Ho delle buone sensazioni, sia io che mio figlio Massimiliano“.

Inoltre, su Salvatore Molina, giocatore dell’Atalanta che è in prova al club bianco-verde, ha così commentato: “Mi ha fatto davvero una buona impressione. Sono felicissimo per lui. Oggi sentirò Walter Novellino. Stiamo lavorando bene sul mercato ed ora pensiamo alle cessioni“.

Sulla trattativa per Leonardo Morosini del Genoa, il quale è richiestissimo da altri club di Serie B, ha concluso: “Non è che non è motivato a venire. Comunque è un giocatore che ha avuto altre offerte e non dico che non vorrà venire“.