Cesena-Avellino: precedenti, curiosità e statistiche

L’Avellino ha affrontato il Cesena fuori casa in otto partite di campionato. I biancoverdi non hanno mai vinto, racimolando solo due pareggi e sei sconfitte.

Nella speranza di portare a casa la prima vittoria sul campo del Cesena, questo è lo schema riassuntivo degli otto incontri:

 

CAMPIONATO

ANNO

RISULTATO

MARCATORI

B

1977-78

Cesena-Avellino

1-1

Magnini, Pozzato (Ce)

A

1981-82

2-0

Garlini, Gabriele

A

1982-83

2-0

Schachner 2

A

1987-88

1-1

Di Bartolomei (Ce), Schachner

B

1991-92

4-0

Cuicchi (Av) [aut], Destro, Lerda, Turchetta

B

1995-96

4-0

Hubner 2, Tramezzani, Piangerelli

B

2005-06

3-2

Moretti, Piccoli (Ce), Salvetti (Ce), Fattori (Ce), Masiello

B

2007-08

1-0

Cusaro

 

Nel campionato di serie A 1981-82, l’Avellino viene battuto per 2 a 0, con reti di Garlini e Gabriele. La squadra irpina chiude quel campionato di serie A all’8° posto con 27 punti, frutto di 9 vittorie, 9 pareggi e 12 sconfitte, 22 le reti segnate e 26 quelle subite. Il Cesena è 10° con gli stessi punti, frutto di 8 vittorie, 11 pari e 11 sconfitte, 34 reti segnate e 41 subite. Lo scudetto è vinto dalla Juventus con 46 punti. In B retrocedono Milan, Bologna e Como. Pruzzo della Roma vince la classifica marcatori con 15 gol.

L’anno successivo, sempre in serie A, la partita termina con il risultato di 2 a 0, con doppietta dell’attaccante austriaco Schachner, che qualche anno più tardi vestirà per due stagioni proprio la maglia dell’Avellino. La sconfitta non pregiudica il cammino dell’Avellino che conquista la salvezza con 28 punti. Retrocederà in serie B proprio il Cesena con 22 punti, in compagnia di Cagliari e Catanzaro. La Roma è campione d’Italia e Platini della Juventus è il miglior marcatore del campionato con 16 reti.

Walter-Schachner
Walter Schachner

E proprio nel campionato di serie A 1987-88, Schachner segnerà il gol del pareggio dell’Avellino a Cesena nell’ultimo anno dei biancoverdi nella massima serie. L’attaccante austriaco (48 partite e 13 gol con la maglia dell’Avellino) rimise in parità la partita dopo il gol messo a segno da Di Bartolomei. L’Avellino retrocede con l’Empoli, il Milan vince lo scudetto e Maradona del Napoli si laurea cannoniere del torneo con 15 reti, seguito dal compagno di squadra Careca, autore di 13 segnature.

Sonora sconfitta per l’Avellino nel campionato di serie B 1995-96: i romagnoli si imposero con un netto 4 a 0, doppietta di Hubner e reti di Tramezzani e Piangerelli. L’Avellino appena promosso in B retrocede immediatamente in C, chiudendo il campionato al 18° posto con 43 punti, mentre il Cesena si classifica 10° posto con 49 punti.

TUTTO SU CESENA-AVELLINO