Cesena-Avellino: romagnoli ancora a secco di vittorie

La squadra di Camplone sembra in piena crisi

Sarà un Cesena in crisi quello che troverà l‘Avellino venerdì sera all’Orogel Stadium-Manuzzi”. I romagnoli infatti, sono ancora a secco di vittorie, e anche di gol. Nelle prime tre giornate il Cesena ha perso a Bari per 3-0, poi ha pareggiato in casa per 0-0 contro il Venezia (ma subendo i lagunari che hanno dominato l’incontro) e nell’ultima è stata battuta a Terni per 1-0.

Una squadra, quella bianconera, che rispetto allo scorso anno, quando ottenne la salvezza alla penultima giornata, è cambiata molto. Sono andati via attaccanti come Ciano, Djuric, Cocco e Rodriguez, rimpiazzati da alcuni giovani come Moncini (classe 1996), Panico (1997) e Gliozzi (1995), più l’esperto Cacia, che però nell’ultima è partito in panchina.

Più esperto sicuramente il reparto difensivo, dove a Rigione e Perticone si è aggiunto quest’anno Scognamiglio, arrivato dal Novara. A centrocampo contro l’Avellino dovrebbe tornare Jallow, fuori per infortunio nelle prime tre giornate; nella mediana c’è anche un ex biancoverde, Konè, che però ancora non ha trovato spazio quest’anno.

Sarà comunque un ambiente caldo quelli che troveranno i biancoverdi in Romagna; il Cesena vanta quasi 10.000 abbonati che cercheranno di spingere i propri beniamini alla prima vittoria in questo campionato. Anche l’Avellino d’altronde potrà contare su almeno 300 tifosi che seguiranno la squadra di Novellino.

Una vittoria tra l’altro, lancerebbe (almeno per 24 ore) i lupi in testa alla classifica insieme al Carpi, unica squadra di Serie B a punteggio pieno