Cittadella-Avellino: D’Angelo in forma strepitosa, tocca ancora a lui?

E’ l’uomo simbolo del nuovo corso biancoverde targato Walter Taccone. Da lui è partita la rifondazione dell’Avellino calcio dalla Serie D e il “gladiatore” Angelo D’Angelo è ancora uno degli uomini chiave in questo esaltante inizio di stagione che vede i biancoverdi assoluti protagonisti del campionato cadetto.

Il centrocampista nativo di Ascea ha fin qui trascinato i lupi. Doveva partire dalla panchina, essere un rincalzo eppure sta risultando sempre più decisivo. Corre, lotta e addirittura segna. Autentico idolo della tifoseria e attaccatissimo alla maglia, match-winner contro il Bari, a segno anche contro il Carpi. Prestazioni eccellenti e leader dentro e fuori dal campo.

Massimo Rastelli allenatore Avellino

Angelo dovrebbe prendersi una nuova maglia da titolare contro il Cittadella, costringendo ancora una volta Emiliano Massimo ad accomodarsi in panchina. Un Massimo che fin qui non ha del tutto convinto come vice-Togni ma che deve anche confrontarsi con un D’Angelo mai così forte.

Leggi anche –> Il grande cuore di Angelo D’Angelo

Leggi anche –> Rastelli tiene d’occhio Pape dia

Leggi anche –> E’ tornata la Legge del Partenio

Leggi anche –> Contro il Cittadella precedenti amari