Classifica Serie B 2013/2014, si accende la lotta playoff

Dopo i risultati di oggi pomeriggio, il campionato di Serie B si fa sempre più interessante. Basta guardare la classifica. Lasciando da parte il Palermo capolista, che lunedì sera vincendo a Castellammare potrebbe portarsi a +7 sulla seconda, sono almeno dieci le squadre che se la giocheranno fino alla fine per la promozione in Serie A. L’Empoli, battuto nell’anticipo di ieri dall’Avellino, occupa la seconda posizione a 46 punti, con solo un punto di vantaggio sul Latina, che oggi ha espugnato il “Rigamonti” di Brescia. Da quando Roberto Breda si è seduto sulla panchina dei pontini, i nerazzurri hanno ingranato la marcia e si sono portati fino al terzo posto, mostrando un grande calcio. Adesso il Latina può togliersi la maschera, l’obiettivo è la massima serie.

Chi l’avrebbe mai detto ad inizio stagione che nelle prime cinque della classe a marzo ci fossero anche Avellino e Lanciano. Con lo stop odierno in casa del Bari, gli abruzzesi sono stati raggiunti dai biancoverdi e adesso le due compagini sono appaiate a 44 punti. I lupi grazie alla vittoria del “Castellani” hanno scavalcato anche il Cesena, sconfitto a Pescara per 2-0. I bianconeri rimangono dunque a 43 punti. Gli ultimi due posti disponibili per i play-off sono occupati dal Trapani e dal Crotone, a 42 punti. Da tenere in considerazione anche lo Spezia, distanziato di due lunghezze, ma soprattutto il Pescara. Con il nuovo allenatore Serse Cosmi, i delfini hanno ottenuto 4 punti in 2 partite portandosi a 38, ma sono pronti a rilanciarsi in classifica. Senza contare che una squadra come il Siena, con uno degli organici più forti di tutto il campionato cadetto, senza la penalizzazione si troverebbe al secondo posto a fare compagnia all’Empoli. Anche i bianconeri diranno la loro fino alla fine per un posto nella prossima Serie A.

Difficile ipotizzare un non-svolgimento dei playoff a fine stagione. Molto probabilmente tutti gli slot disponibili per partecipare alle fasi finali del campionato saranno occupati, vista la classifica così corta. Fino a maggio potrebbe succedere di tutto. In un campionato mediocre ed equilibrato come questo, l’Avellino può davvero sognare in grande.

Leggi anche –> Serie B 28esima giornata: risultati e marcatori