Clemente Filippi (d.g. Juve Stabia): “Noi e l’Avellino penalizzati da Manganiello”

La Juve Stabia sembra ormai essere rassegnata al destino, difficilmente alterabile, della retrocessione in Lega Pro, frutto di un campionato in cui sono stati raccolti pochissimi punti e soprattutto non si è data continuità a quanto costruito nelle due stagioni precedenti. Fa discutere però in casa stabiese la sconfitta di Cesena, giunta per via di un rigore concesso dall’arbitro Manganiello (lo stesso di Varese-Avellino che non vide il gol di Angiulli e concesse il gol del pareggio ad Ely nonostante la carica su Terracciano) per fallo di Ghiringhelli su un calciatore romagnolo avvenuto però fuori dall’area di rigore.

Una furia il direttore generale degli stabiesi, Clemente Filippi, che si lascia andare ad alcune dichiarazioni pesanti nei confronti della classe arbitrale della serie B Eurobet tramite le colonne de Il Mattino: “E’ vero che abbiamo commesso tanti errori quest’anno che ci stanno portando alla retrocessione, ma se a priori si vuole la Juve Stabia in Lega Pro basta dircelo almeno eviteremo di presentarci ai prossimi incontri. Purtroppo noi paghiamo il fatto di essere una società che paga tutte le scadenze entro i termini e di non concedere stipendi eccessivi, cosa che fanno in tante in serie B, salvandosi e senza pagare tutti i calciatori, tanto se la cavano sempre con qualche punto di penalizzazione”.

Parole molto dure quelle del dirigente che continua: “Usciamo sicuramente dal Manuzzi di Cesena a testa alta, seppur consapevoli che contro certe cose non possiamo combattere, noi vogliamo che venga riguardata la dignità di questa società. L’arbitro? Ci sentiamo offesi da questo trattamento verso una tifoseria di tutto rispetto. Tra l’altro Manganiello è lo stesso arbitro che ha diretto la gara tra Varese ed Avellino, frodando gli irpini, e perciò mi viene solo da pensare che ce l’ha con il Sud Italia. L’attuale serie B? Trovo assolutamente ingiusto che in un campionato del genere ci siano squadre fallite, altre con debiti enormi e con penalizzazioni importanti, eppure c’è chi ha fatto un mercato sontuoso nonostante debiti pesanti alle spalle. Paghiamo il fatto di essere sempre stati onesti, a queste condizioni non ci siamo e perciò siamo pronti a schierare la Primavera”.

Leggi anche -> Conosciamo Roberto Soriano, irpino di origine e titolare con la Samp

Leggi anche -> Flop Avellino: nel girone di ritorno andamento da retrocessione