Convenzione Stadio Partenio, Avellino diffidato dal Comune

Nuovo capitolo dell’infinita diatriba tra comune di Avellino e società dell’U.S. Avellino. E’ infatti arrivata la diffida da parte del Comune di Piazza del Popolo alla società di Piazza Libertà per il pagamento dei debiti arretrati. Diffida partita dall’assessore Paola Valentino, presente anche nella riunione di giovedì scorso.

Proprio in quest’ultima occasione gli animi sembravano essersi rasserenati, con parole di cordialità da parte del presidente Taccone, che aveva parlato di una possibile nuova convenzione per lo stadio. Oggi invece la doccia fredda per la società, con Francesca Di Iorio, consigliera per l’opposizione, che ha riferito: “chiediamo la trasparenza sulla gestione delle strutture pubbliche, 803mila euro di debiti per i canoni arretrati sono tanti”.

Ancora più netto il consigliere Giordano: “Se un’amministrazione vuole produrre reddito attraverso le strutture pubbliche allora deve anche occuparsi di riscuotere i pagamenti, non è un attacco contro Walter Taccone (che non conosco) bensì una verifica sull’utilizzo dei beni comunali, infatti ci stiamo occupando infatti a 360° di tutti i luoghi pubblici” .

Leggi anche:

Stadio Partenio, Taccone: “Possibile rivedere la convenzione”