Coppa Italia, Bassano-Avellino si gioca a Bassano: le “Scuse” della Società

La partita di Coppa Italia tra Bassano-Avellino non si gioca al Partenio Lombardi: è ufficiale.

L’U.S Avellino tramite il suo presidente Walter Taccone, si scusa con tutti i tifosi biancoverdi per il fatto che la partita di Coppa Italia, non si giocherà più al Partenio-Lombardi, come era previsto dal regolamento, ma si giocherà allo stadio Rino Mercante (quello del Bassano).

La società irpina si scusa, ma ci tiene a sottolineare che le colpe non sono da ascriversi a essa: “Il ritardo che si è andato man mano ad accumulare non può certamente ascriversi alla nostra società”, la proprietà starebbe anche valutando l’ipotesi di adire le vie legali: “Stiamo valutando il da farsi”. 

Le difficoltà che l’Avellino ha incontrato sono state di vario tipo: “Abbiamo avuto sia problemi ad ottenere le varie autorizzazioni come quella degli organi federali, preposti al collaudo del fondo e del drenaggio, sia difficoltà oggettive, come quella di trovare, in tutto il Sud Italia, le macchine adatte allo smantellamento del manto erboso del Partenio-Lombardi, per poi rimpiantarlo sul Campo B, difatti siamo stati costretti ad eseguire questo lavoro manualmente, ciò ha comportato un aumento sia di tempo che di spesa”.

Nonostante il ritardo la società ringrazia chi sta lavorando a questo progetto: “Nonostante il ritardo ringraziamo tutti coloro che stanno lavorando con grande abnegazione”. Infine la società fa sapere che in un modo o nell’altro farà recuperare il tolto a tutti gli abbonati: Avellino resta a disposizione dei propri tifosi e farà di tutto per far recuperare quanto promesso in fase di abbonamento”.

Leggi anche: