Coro tifosi Brescia “Radunovic zingaro”

Radunovic zingaro…”: Continuano i cori razzisti dei tifosi bresciani contro l’Avellino e i suoi giocatori. In particolar modo al 22esimo del secondo tempo quando l’attaccante Caracciolo ha colpito il portiere che si era già impossessato del pallone. Nel rialzarsi quest’ultimo ha inveito, a giusta ragione contro l’Airone e si è ritrovato una manata sul volto da parte del numero 9 bresciano, accasciandosi per il dolore all’occhio. Subito i cori contro il portiere irpino, definito ripetutamente zingaro. La risposta della tifoseria irpina non ha tardato ad arrivare, stavolta un po’ colorita, ma solo nei confronti dei bresciani, senza offendere i calciatori.

Come già detto, la curva Bresciana, già nel primo tempo, ha inneggiato alla Salernitana, squadra gemellata, oltre a formulare altri cori discriminatori, ma soprattutto anche geograficamente errati: Avellino e Napoli sono due province distinte e separate. Vergogna!

Gli Avellinesi, presenti sugli spalti del Rigamonti, ad ogni modo, continuano, come in ogni trasferta, a sostenere la propria amata squadra!