Cosimo Sibilia Vice Presidente della FIGC, Ufficiale

Da ieri è ufficiale: l’irpino Cosimo Sibilia è il nuovo vicepresidente della FIGC, Federazione Italiana Gioco Calcio. Per Sibilia, che da poco tempo è anche presidente della Lega Nazionale Dilettanti, un importantissimo riconoscimento. Sono state infatti azzerate le cariche della FIGC dopo la nuova era Tavecchio, e ieri si sono tenute le elezioni.

Insieme al senatore irpino (anche ex presidente della provincia di Avellino e dirigente dell’Avellino Calcio negli anni ’90) è stato votato anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazioni Allenatori, ma poiché Sibilia ha ricevuto più voti, avrà la carica di vice Presidente Vicario.

Determinante per questa elezione, il sostegno che la Lega Nazionale Dilettanti (la più numerosa tra le varie leghe) ha avuto per Carlo Tavecchio nelle recenti elezioni Federali, dove il presidente uscente ha sconfitto l’ex presidente della Lega di B Andrea Abodi. Lega di B che è invece nel caos; l’unico candidato alla presidenza, Claudio Lotito, non ha fino ad ora incassato i numeri sufficienti per farsi eleggere.

Tornando a Cosimo Sibilia, chissà che no possa ricalcare le orme di un altro grande dirigente irpino, Federico Sordillo. Nato a Pietradefusi nel 1927, entrò nel consiglio federale nel 1972, e divenne presidente della FIGC nel 1980, ottenendo l’assegnazione all’Italia dei Mondiali di calcio del 1990.

Fu rieletto presidente nel 1984, e si dimise nel 1986 per uno scandalo di allora legato al calcioscommesse, tema purtroppo ricorrente nel mondo del calcio. Fece parte anche del Comitato Esecutivo dell’Uefa fino al 1988; morì nel 2004.