Crisi Catania, Minacce al Presidente Pulvirenti

E’ crisi nera in casa Catania. Non bastavano l’ultima pesante sconfitta di Chiavari con la Virtus Entella, diretta concorrente per la salvezza, e il ritiro punitivo imposto da Dario Marcolin, per cercare di ritrovare un successo che manca da due mesi, ora tocca ai tifosi e alla loro protesta. La vittima e l’obiettivo dell’insurrezione questa volta (e non è la prima!) è il presidente dei rossoazzurri Antonio Pulvirenti, al quale è stata recapitata una busta contenente due proiettili – come recita l’ANSA – e una lettera con minacce di morte, consegnata al quartier generale della società etnea a Torre del Grifo.

Il numero uno dei siciliani avrebbe ricevuto la missiva nei giorni scorsi, ma la notizia è uscita pubblicamente solo dopo la denuncia del deprecabile episodio agli organi di polizia. I primi segnali preoccupanti erano apparsi già nelle ultime settimane sui muri di Catania, dove i sostenitori più accesi avevano espresso il loro “dissenso” nei confronti dell’operato e della gestione di Pulvirenti.

La gara di domenica con l’Avellino non sembrerebbe rappresentare l’ultima spiaggia esclusivamente per il mister Marcolin, ma per tutto l’organigramma del club etneo.

TUTTO SU CATANIA-AVELLINO

Leggi anche :

Infortunio Zito (Avellino): Due Settimane di Stop

Avellino, Taccone difende Rastelli: “Non ha Colpe”