Cristiano Militello legge Avellino-Calcio.it e la storia dei baby tifosi

Ha fatto molto scalpore la notizia dei baby tifosi dell’Avellino e del loro striscione rimosso dalla polizia. In tutta l’Irpinia e sui Social Network sono stati tanti i messaggi di condanna verso questo brutto e spiacevole episodio. Come raccontato dal nostro portale Avellino-Calcio.it, durante la partita Avellino-Lanciano, un gruppo di bambini ha esposto uno striscione con su scritto I lupacchiotti di Mamma Schiavona vogliono la serie A“. Un semplice messaggio di incitamento verso la squadra di Massimo Rastelli scritta con tanto amore dai piccoli tifosi. Un gesto bello e innocente che però è stato rovinato dal poco buon senso dei poliziotti di turno allo stadio.

Segnalazione Militello

I bambini non avevano chiesto il permesso alla questura per esporre lo striscione, così la Polizia ha ordinato tassativamente di togliere il vessillo. Per gli agenti in servizio al Partenio-Lombardi, si trattava di un atto non conforme alle leggi che doveva essere assolutamente impedito. Una vera e propria ingiustizia che ha rovinato un giorno di festa a quei piccoli tifosi e che non può passare inosservato e, proprio per questo, la redazione di Avellino-Calcio.it ha segnalato la notizia al famoso conduttore della rubrica “Striscia lo StriscioneCristiano Militello.

Il famoso inviato di “Striscia la Notizia” ci ha ringraziati per la segnalazione e, dopo aver letto il nostro articolo, ha segnalato la notizia al presidente della Lega Serie B Andrea Abodi. La speranza è che episodi del genere non si verifichino più in futuro, perchè lo sport deve essere una festa e non solo divieti.

Leggi anche-> Avellino, rimosso striscione dei baby tifosi al Partenio