Logan, la Sidigas Avellino cala l’asso. Ora vietato nascondersi

La tanto attesa fumata bianca è arrivata nelle prime ore della mattinata. David Kyle Logan è un nuovo cestista della Sidigas Avellino. Un colpo di assoluto spessore quello attuato dal duo Alberani-De Cesare che regalano al coach Sacripanti un giocatore che potrebbe risultare mortifero, se calato perfettamente negli schemi della squadra.

Un’aggiunta, quella di Logan, da cui si può facilmente evincere che l’obiettivo della proprietà è quello di provare a fare qualcosa di storico, in un’annata che, finora, ha visto la Sidigas Avellino protagonista, con poche squadre che son parse superiori al roster biancoverde. Con un Logan in più da annoverare nelle cartucce da sparare, questa squadra sembra ora avere tutte le carte in regola per poter arrivare fino in fondo in campionato ed anche in Champions League.

Per regalarsi le prestazioni dello statunitense naturalizzato polacco, il patron De Cesare non ha badato a spese. Oltre al lauto ingaggio che percepirà il giocatore da qui a Giugno (si parla di cifre vicine, se non superiori, ai 150.000k), c’è stata anche una cospicua somma di denaro che è entrata nelle casse del Lietuvos Rytas come buy-out, per far sì che i lituani rinunciassero all’ex Sassari.

Il regalo (eufemismo…) è arrivato. Ora è vietato nascondersi. Con un roster del genere la Sidigas deve provare ad alzare un trofeo, che sia Coppa Italia (impossibile però, vedere Logan in campo in questa manifestazione), campionato o Champions League.

Sarà difficile ma nulla può e deve essere precluso ad una squadra che è seconda in campionato ed agli ottavi di Champions. E tutto ciò è stato conquistato senza i servigi di un campione come Logan. Immaginate con la sua aggiunta cosa potrebbe accadere… Perché, inutile celarsi dietro frasi di circostanza: Logan in Italia, così come in Europa, fa la differenza. Chiedere a Sassari per maggiori delucidazioni….