Derby Avellino-Salernitana, da quel gol di Trotta è iniziata la discesa

Il gol di Trotta che decise lo scorso derby del 16 gennaio contro la Salernitana è stato uno spartiacque per l’Avellino. Quella vittoria fu la sesta consecutiva della passata stagione; l’Avellino di Tesser sembrava ormai proiettato a raggiungere nuovamente i play-off, come nel 2014-2015. Invece, dopo quella partita, tutto è iniziato a girare storto.

Pochi giorni dopo infatti, ci fu la cessione dell’attaccante al Sassuolo, con l’operazione che ha poi causato tanti problemi all’Avellino con il Fulham e la disputa al Tas, quindi il deferimento della Procura, l’assoluzione e ora il nuovo ricorso della Procura. Ma soprattutto dal punto di vista sportivo, le cose sono precipitate.

Dopo quella fantastica striscia di vittorie, l’Avellino iniziò una serie di risultati negativi, che portarono all’esonero di Tesser e all’arrivo di Marcolin. Quindi dopo cinque giornate in cui l’Avellino stava sprofondando, il ritorno dell’allenatore triestino e la sofferta salvezza con la vittoria a Lanciano del 30 Aprile (l’ultima in trasferta).

Quest’anno si è deciso di ripartire con Toscano e con una squadra di tanti giovani, ma il progetto non è decollato, anzi è fallito con l’esonero dell’allenatore calabrese. A parte la classifica brutta, quest’anno è capitato di tutto: l’inchiesta e il deferimento dell’Avellino sul calcioscommesse, le diatribe della società con il Comune per lo stadio, le contestazioni alla società.

Insomma, la speranza di tutti è che con questo derby l’Avellino possa ottenere la prima vittoria con Novellino, ma soprattutto ripartire, per guardare con un po’ più di serenità al nuovo anno, dove i lupi dovranno conquistare una non facile salvezz.