Dirty Soccer, anche Livorno-Brescia nel mirino

La Procura di Catanzaro ha aperto la seconda maxi-inchiesta sul Calcioscommesse, dopo essere venuta a conoscenza di combine e partite truccate tra Lega Pro e Serie D. Le prime indiscrezioni non sembravano riguardare il campionato cadetto, ma a quanto pare, anche stavolta, le organizzazioni criminali sono riuscite ad intaccare il sistema calcio della Serie B. Infatti, le indagini condotte dal Servizio centrale operativo e dalla Squadra Mobile calabrese sarebbero riuscite a cogliere indizi relativi all’alterazione della partita, datata 24 gennaio 2015, Livorno-Brescia, conclusasi 4-2 per gli amaranto. Le notizie che trapelano sembrano puntare il dito contro dirigenti e giocatori della squadra lombarda, già falcidiata dai problemi societari e dai conseguenti 6 punti di penalizzazione. La retrocessione delle rondinelle è stata da poco certificata, ma ora si trovano addirittura sull’orlo del baratro Serie D. I labronici, invece, pare non abbiano avuto particolari contatti con queste associazioni illegali. L’indagine “Dirty Soccer” continuerà nei prossimi giorni, durante i quali potremmo finalmente capire quanto c’è di vero sul coinvolgimento della cadetteria.

Leggi anche –> Calcioscommesse: Salernitana e Benevento Indagate

Leggi anche –> Inchiesta Calcioscommesse, Arrestato Fabio Di Lauro (Ex Avellino)