Elezioni Presidente Lega Serie B, terzo rinvio

Manca ancora una volta il numero legale

Ancora un nulla di fatto nelle elezioni per il Presidente della Lega di Serie B: oggi c’è stato il terzo rinvio, dopo quelli del 25 Marzo e del 9 Maggio. A fare saltare il numero legale, a differenza di come successo le altre due volte, è stato questa volta Claudio Lotito, uno dei due candidati (l’altro era Andrea Corradino, vicepresidente dello Spezia).

La mossa è stata intenzionale, poiché Lotito avrebbe probabilmente perso. Erano infatti assenti tutti i club che lo avrebbero appoggiato di sicuro: Vicenza, Perugia, Verona, Ternana, Carpi, Novara, Trapani, Latina e la stessa Salernitana. Ricordiamo che il quorum necessario per eleggere il presidente è di 15 squadre: complice le assenze di questa società, il numero era di 13.

Questo il comunicato ufficiale pubblicato sul sito Legab.it: “L’Assemblea Elettiva di Lega B, convocata per oggi presso la sede della LNPB a Milano, non raggiungendo il quorum previsto in seconda convocazione, non si è validamente costituita. Presenti i rappresentanti di tredici club. Le società si sono comunque intrattenute in una riunione informale che ha toccato le tematiche di più stringente attualità. Nella mattinata si era inoltre tenuta una seduta del Consiglio di Lega, che ha trattato varie questioni tra cui la mutualità di sistema, la definizione delle Linee guida dei diritti audiovisivi e l’approfondimento sulla scelta dell’advisor commerciale. Temi che saranno oggetto di una prossima Assemblea ordinaria, non elettiva, che sarà convocata nelle prossime ore dal vicepresidente. Lo stesso Andrea Corradino, insieme al direttore generale della Lega B Paolo Bedin, in qualità di uditori, partecipano domani alla seduta del Consiglio federale a Roma”.