Frosinone, No alla Serie A ad Avellino

Il Frosinone ha risolto i problemi relativi all’agibilità del Matusa per la Serie A e sono dunque tramontate le ipotesi di giocare le partite della massima serie al “Partenio-Lombardi” di Avellino o all'”Adriatico” di Pescara. L’annuncio era arrivato dal delegato allo Sport del Comune di Avellino Giuseppe Giacobbe, che aveva ricevuto una chiamata dal Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani per valutare la disponibilità dell’impianto di Via Zoccolari. A quella chiamata informale, però, non è seguita nessuna richiesta ufficiale dell’utilizzo dello stadio, come anticipato dalla nostra redazione nella giornata di ieri.

Ed oggi è arrivata anche l’ufficialità, dalle parole dello stesso Sindaco Ottaviani rilasciate all’Ansa: “L’ipotesi di disputare alcuni incontri a Pescara o ad Avellino è definitivamente tramontata e risaliva al mese scorso, quando le prime indicazioni della Lega tendevano ad escludere il Matusa dalla praticabilità. Il Frosinone – ha aggiunto – potrà utilizzare almeno nella prima parte del campionato, lo stadio attuale, che dispone della capienza minima di 10.000 spettatori, per poi trasferirsi in un nuovo impianto”.

Leggi anche: