Funerali Ciro Esposito, presente anche la Curva Sud Avellino

Ieri pomeriggio a Scampia si è tenuto il funerale di Ciro Esposito, il tifoso napoletano rimasto ferito da un colpo di arma da fuoco lo scorso 3 maggio a Roma prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina. Dopo 53 giorni di calvario in ospedale, il tifoso azzurro non ce l’ha fatta. Il mondo ultras italiano si è riunito ieri alla marcia funebre del giovane, per dare l’ultimo saluto al ragazzo. Davanti alla morte di un giovane, le rivalità tra le tifoserie vengono cancellate. Ultras da tutta Italia hanno raggiunto il quartiere di nascita di Ciro, e prima con cori poi in religioso silenzio hanno accompagnato la bara nel suo percorso.

Presente anche una delegazione della Curva Sud Avellino, che ha lasciato una sciarpa biancoverde sul feretro del povero Ciro. Oltre che da Napoli e dalla Campania, i tifosi presenti si sono messi in viaggio da Roma, da Catania, da Palermo, da Brescia, e da tantissime altre città italiane. Migliaia di ultras uniti per il giovane. Bellissimo gesto degli Ultras della Lazio, che hanno donato 5000 euro (autofinanziandosi) alla famiglia di Ciro per la costruzione della lapide a Tor di Quinto.

Leggi anche –> Avellino, la Curva Sud si tessera