Gemellaggi Avellino Calcio, Casertana sconfitta ma sarà Lega Pro

La tifoseria dell‘Avellino Calcio da decenni vanta un importante gemellaggio col con la Casertana, squadra che nelle ultime stagioni non è riuscita a costruire una squadra all’altezza di un campionato di vertice in D così da tornare nel calcio che conta e che soprattutto merita la città di “Terra di lavoro”.

La formazione rossoblu però quest’anno può dirsi soddisfatta del proprio campionato, iniziato con entusiasmo e che poi via via è proceduto non nel migliore dei modi: nelle ultime partite della regular season la svolta che ha permesso di giocare i play-off per garantirsi il primo posto nella graduatoria dei ripescaggi per accedere alla Lega Pro. Nella gara finale di ieri, contro Vecomp Verona la formazione campana però ha toppato, senza riuscire a confermarsi sugli ottimi livelli delle ultime gare.

Un’immagine storica: il gemellaggio tra Casertana ed Avellino allo stadio “Pinto” di Caserta. Era la stagione 1991/1992

Episodio cruciale sicuramente l’espulsione di Russo che ha creato i problemi maggiori alla squadra casertana: dopo la defezione del difensore sono infatti arrivati i 3 gol dei veneti che hanno così ipotecato l’accesso alla Lega Pro. I tifosi della Casertana hanno a lungo applaudito i calciatori capitanati dall’esperto ex Foggia, Salvatore D’Alterio, consapevoli che con ogni probabilità l’anno prossimo giocheranno in Seconda Divisione: la Casertana infatti vanta un ottimo piazzamento nella graduatoria ripescaggi, considerando che nelle ultime stagioni molti club hanno rinunciato per motivi economici o logistici.