Gemellaggio Avellino-Frosinone, pure con Messina reciproca amicizia

Oggi alle ore 15:00, in occasione della partita valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie B tra Avellino e Frosinone, al “Partenio – Lombardi” ci sarà un clima di festa che ritornerà in ricordo di un’amicizia sancita nel 2012 tra le due tifoserie, in occasione di un incontro tra le due compagini valido per la Coppa Italia.

Ma tra Avellino e Frosinone c’è una terza piazza che è fortemente legata tanto ai colori biancoverdi come a quelli gialloazzurri; bisogna scendere in Lega Pro e guardare all’A.C.R. Messina, squadra nella quale militano anche due ex avellinesi come Angelo Rea e Demiro Pozzebon. Altra vecchia conoscenza irpina, sempre tra le fila giallorosse, è stata, sino a poco tempo prima dell’esonero, l’ex tecnico dell‘Avellino in Prima Divisione Sasà Marra, subentrato alla guida del Messina ad inizio stagione al dimissionario Valerio Bertotto ed allontanato dalla società peloritana il 17 ottobre al posto dell’ex bomber di Livorno, Parma e Napoli Cristiano Lucarelli.

Messina, Avellino e Frosinone sono, difatti, legate da gemellaggi reciproci risalenti ad un calcio ormai perduto nella memoria del tempo, ma vivente nelle emozioni dei vari appassionati che oggi hanno qualche capello bianco in più.

Se l’amicizia tra irpini e ciociari, infatti, è un rapporto giovane, quello tra peloritani e frusinati risale al 1987, quando in occasione della partita di campionato tra Reggina e Frosinone, i tifosi laziali esposero uno striscione contro i supporters amaranto, accattivandosi l’amicizia, così, del tifo messinese, essendo Messina e Reggina due tifoserie acerrime rivali.

Il gemellaggio tra Messina e Frosinone è stato ripetutamente rinnovato con incontri e visite tra il 2006 e il 2008, tra il 2013 e il 2014, sino all’ultimo amichevole estivo tenutosi al “Matusa” di Frosinone nel mese di luglio, quando gli appena retrocessi Canarini hanno affrontato la squadra giallorossa allora allenata da Valerio Bertotto, vincendo per 3-0 con le reti di Ciofani, Dionisi e Paganini.

Altrettanto storico è il gemellaggio che lega Messina ed Avellino, due tifoserie che spesso si sono incontrate nei campi dell’allora Serie C ed in Serie B ma anche in Serie D, piazze unite da un’amicizia manifestata con sempre vivo calore attraverso visite reciproche e striscioni di attestata stima.

Malgrado i destini di queste tre squadre oggi siano completamente diversi (il Frosinone è reduce dallo storico primo campionato disputato in Serie A in cui non ha demeritato ed al quale ambisce ad un pronto ritorno rivaleggiando in questa stagione per una posizione d’alta classifica; l’Avellino, invece sta disputando un torneo con più difficoltà del previsto, alla ricerca costante di una pronta ripresa, mentre il Messina, partito con i buoni propositi di un campionato d’alta classifica, si è ritrovato vittima dei troppi rumors societari e dei tanti cambi in panchina che ne hanno compromesso l’avvio stagionale, ritrovando solo nelle ultime gare un equilibrio grazie alla gestione Lucarelli), rimane comunque un affetto reciproco che unisce le tre città di Campania, Lazio e Sicilia in un triangolo ricco di passione, ricordi ed amicizia.

Leggi Anche: