Giacomelli: “Mi sento fortemente legato al Vicenza”

Dopo il blocco della trattativa arrivano le parole del calciatore

La trattativa tra l’Avellino e Stefano Giacomelli, che nella giornata di ieri sembrava in dirittura d’arrivo, è stata bloccata dal tecnico Walter Novellino per via delle sue perplessità sul ruolo che il calciatore può avere nel suo gioco. Il tutto quando la società aveva già trovato l’accordo sia con la squadra veneta che con l’attaccante.

Intanto, il diretto interessato, attraverso il sito ufficiale del Vicenza, rilascia le seguenti parole: “Mi sento fortemente legato a questa maglia, a questa società, a questa città e ai suoi tifosi. Ho scelto di restare a Vicenza e di sposare questo nuovo progetto sportivo di cui voglio essere parte integrante.”

Parole di fedeltà alla sua attuale squadra, anche per non guastare i rapporti con la tifoseria, che non lasciano spazio ad alcun dubbio sul naufragarsi definitivo della trattativa per portare l’attaccante dei veneti in Irpinia. Inoltre, il calciatore conclude sull’interessamento della società bianco-verde minimizzando il tutto: “L’Avellino? Cose passate, sono concentrato solo a fare bene con questa maglia”. 

Dichiarazioni che trovano conferma nel comunicato della società, dove si legge: “Il Vicenza Calcio informa che in questi minuti si è appena concluso un incontro tra il calciatore Stefano Giacomelli e il direttore sportivo, sig. Moreno Zocchi. Nel corso dell’incontro Stefano Giacomelli ha informato il Club delle offerte pervenute nelle scorse ore da parte di altre squadre di categoria superiore. Destinazioni che l’attaccante ha scelto tuttavia di non accettare“.

Resta il fatto che all’Avellino servono ancora dei rinforzi nel reparto avanzato, in particolar modo un fantasista. A tal proposito, nelle ultime ore, si sono fatti i nomi di Falco e Mustacchio, i quali sono stati richiesti dal tecnico dei lupi.