Highlights Ternana-Avellino 0-3: video gol e sintesi (Serie B 2015-16)

E’ finalmente arrivata la prima vittoria in trasferta in campionato per l’Avellino, che si porta a 13 punti in classifica, scalzando così la zona retrocessione. Lo ha fatto battendo con un secco 3-0 la Ternana di Breda, apparsa piuttosto impacciata, ora penultima. Fa invece ben sperare per il futuro la prestazione degli uomini di Tesser, i quali si sono mostrati più che mai cinici e spietati. L’unico neo del match è l’infortunio accorso a Francesco Tavano, ancora da valutare.

Partita delicatissima allo Stadio “Libero Liberati” di Terni quella tra Ternana e Avellino, le quali, appaiate a dieci punti, vogliono uscire al più presto della zona calda della classifica. Necessitano dare continuità al brillante 3-0 rifilato all’Ascoli gli irpini, con mister Tesser che conferma 4-3-1-2 e Ciccio Tavano dal primo minuto. In casa umbra, invece, Roberto Breda schiera un 4-2-3-1, con Gondo, Falletti e Furlan dietro l’unica punta Avenatti. Arbitra il sig. Aleandro Di Paolo di Avezzano. Pronti via e bianco-verdi subito in vantaggio dopo soli tre minuti con Benjamin Mokulu, che con un tiro dal limite dell’area non proprio irresistibile beffa Mazzoni. Gol fortunoso ma meritato, soprattutto se si considera l’ottima partenza dell’Avellino, che fa del pressing la sua arma migliore per colpire gli uomini di Breda, i quali non sembrano del tutto in partita. Questi ultimi, infatti, rischiano anche di incassare il secondo gol, con Masi che, però, chiude il destro ravvicinato di un Tavano in gran spolvero. Da qui in poi ecco che arriva la sfuriata dei padroni di casa, non di certo supportati da un pubblico decisamente stizzito. Il primo squillo lo danno al quarto d’ora con Gondo che non riesce a ribadire di testa un cross dalla destra.

Cinque minuti dopo Furlan sfiora addirittura il pari: ancora cross dalla destra di Zanon per Avenatti, il quale spizza di testa per la mezza punta rossoverde, che da breve distanza centra in pieno Chiosa. Nonostante la veemente reazione – più di nervi che altro –  della Ternana, l’Avellino resta vigile, corto, compatto e sempre pronto a far male con le folate in ripartenza di Mokulu e Tavano. Rimane questo il copione della sfida sino al duplice fischio di Di Paolo, che manda le due squadre a riposo sullo 0-1 per gli ospiti. Nella ripresa le due squadre scendono in campo senza modifiche, ma l’atteggiamento della Ternana cambia e come. Al 3′, infatti, Falletti non riesce a spingere in rete da pochi passi un invitante pallone crossato da Furlan, certamente il migliore dei suoi. L’ Avellino, dal suo canto, cerca di contenerli nel modo più calmo possibile.

Pur attaccando, però, i rossoverdi non riescono a penetrare con facilità; Breda lo capisce, e inserisce le forze fresche Valjent e Belloni per, rispettivamente, Palombo e uno spento Avenatti. Ed è proprio Valjent che, al 62′, batte un forte destro dal limite respinto prontamente da Frattali, con Falletti che, clamorosamente, non riesce a mettere dentro il pallone in ribattuta. Tesser, intanto, corre ai ripari inserendo D’Angelo per Bastie e, infine, Trotta per un claudicante Tavano. Ma, quando siamo al 70′, è proprio l’attaccante napoletano neo-entrato a firmare il raddoppio. Ennesima ripartenza da manuale di Arini, che dai sedici metri serve con un bellissimo tocco rasoterra per l’accorrente Trotta, il quale, inseritosi in area alla perfezione, batte Mazzoni con un perfetto scavetto che valgono lo 0-2 dei suoi e la saracinesca abbassata sull’incontro. Il gol scatena i numerosi ospiti accorsi in massa al Liberati, mentre la Ternana cerca disperatamente la rimonta negli ultimi venti minuti. Gli umbri, infatti, si riversano completamente nell’area avversaria e colgono prima un palo con una bomba i venti metri di Furlan e poi si imbattono contro un super Frattali, il quale respinge benissimo una conclusione ravvicinata di Falletti, innescato in piena area da Belloni. E’ ormai un vero e proprio assedio della Ternana, che con l’ingresso della punta Ceravolo ha anche maggior peso in attacco. L’Avellino è in vena guerriera, si difende con ordine e, quando può, riesce anche a ripartire. Gli umbri, comunque, ci provano fino alla fine e sfiorano nuovamente il gol dell’1-2 al minuto 89 con Furlan che, servito da Ceravolo, si lascia ipnotizzare in area piccola dal portiere biancoverde.

I rossoverdi sbagliano e gli irpini finalizzano, che a un minuto del triplice fischio trovano il tris ancora con Trotta: il bomber napoletano viene lanciato in campo aperto nuovamente da Arini e davanti a Mazzoni non può sbagliare, mandando così in visibilio il pubblico dei lupi. Sul gol di Trotta Di Paolo sancisce la fine del match dopo cinque minuti di recupero. L’Avellino batte la Ternana per 3-0.

TERNANA-AVELLINO 0-3: IL TABELLINO DELLA GARA

TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Masi, Vitale; Palumbo (52′ Valjent), Busellato; Gondo (80′ Ceravolo, Falletti, Furlan; Avenatti (60′ Belloni). A disp. Sala, Meccariello, Janse, Monteleone, Dianda, Dugandzic. All: Roberto Breda

AVELLINO: (4-3-1-2): Frattali; Biraschi, Ligi, Chiosa, Visconti; Gavazzi (75′ Gavazzi), Jidayi, Arini; Bastien (65′ D’Angelo); Mokulu, Tavano (67′ Trotta). A disp. Offredi, Petricciuolo, Nica, Giron, Zito, D’Angelo, Soumarè, Insigne, Trotta. All: Attilio Tesser.

MARCATORI: 3′ Mokulu, 70′ e 89′ Trotta

AMMONITI: Bastien, Tavano, Ligi (A)

CALCI D’ANGOLO: 7-1

FUORIGIOCO: 0-1

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI TERNANA-AVELLINO