Juve Stabia-Avellino 2-2, Rastelli: “Punto importante”

Massimo Rastelli è intervenuto in conferenza stampa dopo Juve Stabia-Avellino 2-2. Al termine del derby, il tecnico biancoverde ha analizzato la partita, che non ha dato i frutti sperati. Il mister cerca di cogliere i lati positivi: “Nonostante tutto abbiamo portato a casa un punto importante. Tornare a casa non con una sconfitta fa morale, e ci darà una mano per le prossime partite. Abbiamo superato la serie negativa di due sconfitte consecutive. La Juve Stabia è una squadra che sa giocare a calcio, siamo stati bravi a recuperare la gara dopo un un inizio non facile. Certo, per la classifica può non contare molto, ma può essere un primo mattoncino messo per il nostro rilancio“.

L’allenatore dei lupi ha poi proseguito, mettendo le mani avanti: “Ho deciso di inserire un po’ di esperienza e forze fresche con Angiulli, Fabbro e Biancolino. Ricordiamoci qual’era l’obiettivo di inizio stagione. La salvezza è stata raggiunta. Adesso proseguiamo per la nostra strada, ma sappiamo che se a fine stagione i playoff non arriveranno abbiamo comunque raggiunto una permanenza in Serie B che mancava da ben 20 anni“.

Sui gesti di D’Angelo e Galabinov, il primo scontento per il cambio nel primo tempo, il secondo per non essere stato schierato dall’inizio: “Ho deciso di mettere Togni perché mi serviva un giocatore che giocava il pallone a centrocampo. Avevamo iniziato a lanciare troppe palle in avanti sprecandole tutte. Il brasiliano è motivatissimo a fare bene, peccato per l’infortunio. Galabinov? Se segna sempre, me lo tengo volentieri“.

TUTTO SU JUVE STABIA-AVELLINO

Leggi anche –> Le pagelle di Juve Stabia-Avellino 2-2, si salvano Arini e Castaldo

Leggi anche –> Juve Stabia-Avellino, il Video del gol di Galabinov