Lajos Kovacs: il primo straniero dell’Avellino

L’Avellino, nel suo ultimo giorno di calciomercato, si regala l’ungherese Attila Filkor andando così a completare il reparto nevralgico del centrocampo.  Il calciatore, nato a Budapest nel 1988, si va ad aggiungere ad altri connazionali transitati per Avellino. Nel 2007/08  la parentesi, poco felice, di Kenesei (22 presenze e 2 reti ); ben più nutrita la truppa magiara nella stagione 2008/09 che vide la presenza di Szatmari (3/1), Vasko (30/2) e Koman (28/4).

kovacs (2)
Lajos Kovacs

Proprio a quest’ultimo sono legati ricordi agro-dolci: la rete, nel derby, contro la Salernitana e quella nella trasferta di Modena che risulta essere l’ultima targata U.S. Avellino prima del fallimento. E risulta essere ungherese il primo straniero della storia dell’Avellino (almeno dopo l’atto costitutivo del 1944): Lajos Kovacs. L’attaccante (classe 1923) nasce ad Harbin (Cina) ma è ungherese a tutti gli effetti. Gioca una stagione in Irpinia, quella del 1948/49, campionato chiuso a pari punti con il Catania dopo un  testa a testa durato trentotto giornate.  Nello spareggio, giocato a Milano, valevole per la promozione in B, la formazione avellinese (con Kovacs titolare), si aggiudica la gara (1-0,Fabbri) andandosi a guadagnare la prima storica promozione in serie cadetta. Il sogno di vedere l’Avellino in B durerà poco, un presunto illecito condannerà i lupi che, giudicati colpevoli, verranno addirittura retrocessi in IV serie. Kovacs, lasciata l’Irpinia, chiuderà la parentesi italiana nelle file del Signa prima e del Cesena dopo. squadra

AMARCORD 1912, RIVIVI LA STORIA DELL’AVELLINO CALCIO

Leggi anche –> Ecco chi è Attila Filkor, nuovo acquisto dell’Avellino

Leggi anche –> Attila Filkor dal Milan all’Avellino: Ufficiale