Lanciano-Avellino, Di Cecco: “Grazie al popolo biancoverde”

La partita tra Lanciano ed Avellino è stata molto di più che una semplice sfida sul campo. È stata un palcoscenico sul quale la macchina della solidarietà ha avuto il ruolo di protagonista. Il ricavato dei biglietti, infatti, è stato donato tutto alla famiglia di Lorenzo Costantini. Quest’ultimo è una giovane promessa del calcio, cresciuto sportivamente nel Lanciano, che ha scoperto di essere malato di un raro tipo di leucemia. Fallite tutte le cure provate in Italia, la famiglia si è rivolta ad un istituto americano dove è in corso un tipo di trattamento sperimentale. Le cure, però, costano 600.000 dollari (circa 450.000 euro).

L’enorme cifra, non pagabile totalmente dalla famiglia dell’atleta, si sta raccogliendo grazie alle donazioni di numerose persone ed anche di molte società calcistiche. Tra di esse c’è l’Avellino che ha deciso di donare tutto l’incasso dell’amichevole contro il Lanciano. Anche molti membri dello staff avellinese hanno deciso di donare, nei limiti delle loro possibilità, una cifra di tasca loro.
Questi nobili gesti hanno scaturito l’affetto dell’ex Mimmo Di Cecco che ha dichiarato «Un applauso ai ragazzi dell’Avellino che si sono dimostrati generosi come tutto il popolo irpino. Per Lorenzo Costantini siamo tutti uniti per rivederti nel campo con noi: è l’obiettivo di tutti».

LEGGI ANCHE —> Lanciano-Avellino 3-3 (13-14 dcr) video gol, sintesi e highlights
LEGGI ANCHE —> Lanciano-Avellino 3-3 (13-14 dcr), Rastelli: “Successo meritato”