Lanciano-Avellino: Di Cecco, Vastola e Thiam ritrovano i lupi

L’Avellino si appresta a sfidare la Virtus Lanciano sabato 14 settembre nella quarta giornata di Serie B. I lupi arrivano in Abruzzo da primi in classifica e cercheranno di restare ancora imbattuti in campionato dopo la trasferta abruzzese. L’Avellino ritroverà ben tre giocatori che hanno vestito la maglia biancoverde in passato: Domenico Di Cecco, Gaetano Vastola e Mame Baba Thiam. I primi due hanno già provato l’emozione di giocare contro la propria ex squadra durante l’estate, il 3 agosto infatti al “Guido Biondi” di Lanciano si tenne il “Trofeo Guglielmo Maio”, vinto dai rossoneri per 1-0. Thiam, acquistato soltanto dopo dalla Virtus, ritroverà i lupi dopo due anni. Infatti l’attaccante senegalese disputò con i lupi la stagione 2011/2012 in Prima Divisione, e chiuse il campionato con 26 presenze e 4 gol. Il “Balotelli Irpino“, come era stato soprannominato con troppo ottimismo, arrivò ad Avellino con grandi ambizioni, in prestito dalla Primavera dell’Inter, ma non riusci a mantenere le aspettative e lasciò l’Irpinia dopo soltanto un anno.

Di Cecco Lacrime

Ben altro ricordo ha lasciato invece Domenico Di Cecco. Il centrocampista ha giocato per tre anni al Partenio e i tifosi lo ricorderanno sicuramente per la sua grinta e per il suo attaccamento alla maglia. L’immagine delle sue lacrime a Bari, dopo la sconfitta al San Nicola e la conseguente retrocessione dei lupi, è rimasta impressa nella mente dei sostenitori biancoverdi. Di Cecco, che ha anche indossato la fascia di capitano dell’Avellino, ha lasciato l’Irpinia solo per giocare con la squadra della sua città, il Lanciano appunto. Di Cecco faceva parte anche della rosa guidata da Nanu Galderisi prima, e Giovanni Vavassori poi, che ottenne la promozione in Serie B ai playoff battendo il Taranto in semifinale ed il Foggia in finale. Anche Gaetano Vastola ha lasciato un buon ricordo in Irpinia. Il difensore classe ’78 ha conquistato ben due promozioni con la  maglia dell’Avellino: nel 2003 quando i lupi vinsero il campionato di Serie C1 dopo un testa a testa con il Pescara e nel 2005, forse la vittoria più emozionante nella storia dell’Avellino, quella ottenuta nella finale playoff del 2005 contro il Napoli. Vastola è stato anche uno degli sfortunati protagonisti della gestione Zeman.

Leggi anche –> Lanciano-Avellino: tutte le info sui biglietti

Leggi anche –> L’agente di Castaldo: “Avellino rivelazione della B, Gigi fa la differenza”