Lega Serie B, domani elezioni del nuovo Presidente

Il patron della Salernitana Lotito è per ora l'unico candidato

Giornata importante quella di domani per la Lega di Serie B. Ci saranno infatti le elezioni del nuovo Presidente. L’assemblea ordinaria è stata convocata per domani mattina alle ore 11.00, presso la sede della Lega Nazionale Professionisti B, in Via Ippolito Rosellini 4, a Milano. Assemblea di Lega che si annuncia piuttosto infuocata.

Infatti, dopo che il presidente uscente Andrea Abodi è stato sconfitto nelle elezioni federali da Carlo Tavecchio, ha deciso di non candidarsi più alla guida della Lega cadetta, nonostante le insistenze di tante società, che avevano evidentemente apprezzato il suo lavoro. Alla rottura si è arrivati venerdì scorso, quando alla carica di Presidente si è candidato Claudio Lotito, patron della Salernitana.

Mossa certamente inaspettata dalle altre società, che ha causato una spaccatura e le dimissioni di Maurizio Stirpe, patron del Frosinone, da consigliere federale. Al momento non si intravedono altri candidati oltre a Lotito, il quale ha promesso battaglia sulla mutualità, argomento che più sta a cuore ai presidenti della società di Serie B.

Se dovesse essere eletto, Lotito dovrebbe ovviamente cedere le quote di maggioranza della Salernitana, per un ovvio conflitto di interessi. Ad acquisirle sarebbe Mezzaroma, cognato di Lotito e co-proprietario del club granata.

Come si comporterà l’Avellino non è certo: di sicuro, la società biancoverde avrebbe spinto per la riconferma di Abodi (se questo avesse accettato di ricandidarsi) in virtù dei buoni rapporti con Walter Taccone. Insomma una situazione davvero confusa, per cui non sono esclusi colpi di scena dell’ultima ora.