Livorno-Avellino, D’Angelo: “Bacio alla Maglia? Sono nato Qui”

Intervenuto in conferenza stampa questo pomeriggio al “Partenio-Lombardi”, il capitano Angelo D’Angelo ha parlato della prossima sfida di campionato, Livorno-Avellino: “Sarà una partita difficile. La stiamo studiando nei minimi particolari, andremo a fare la nostra partita senza previsioni e calcoli. Sappiamo di poter fare risultato in questo ottimo periodo. Lavoriamo con serenità. Contro le grandi ci esaltiamo. Adesso viene il bello, vogliamo superare la quota 59 punti dell’anno scorso, la città si aspetta molto. Il Livorno però è attrezzato per la Serie A e sarà dura. Sarà la partita di cartello della giornata, terza contro quarta. Mi aspetto spettacolo”.

Su Galabinov: “Gli dirò di fare il bravo…”

D’Angelo ha parlato dei nuovi acquisti: “I nuovi devono subito capire cosa significa giocare ad Avellino. Avere gli attributi, umiltà e forza sono la nostra caratteristica principale. Giocare qui non è facile ma i nuovi già lo hanno capito. Si sono ambientati subito in un gruppo splendido. Il mister ci ripete spesso che è la squadra che fa venire fuori il singolo. Sbaffo? Giocatore eccezionale”.

Classifica, con la penalizzazione del Bologna l’Avellino vede la A: “Il secondo posto è soltanto a due lunghezze, voliamo basso. La nostra forza è il lavoro. Guardiamo solo la prossima partita e viviamo alla giornata. Questa mentalità ci ha portato a fare 42 punti”.

Sulle sue prestazioni: “Sto giocando molto bene e sono contento. Si diceva che i centrocampisti non segnavano adesso stiamo facendo la differenza. Il bacio alla maglia? Calcisticamente io sono nato qui. Per me è un gesto normale, i tifosi lo sanno quanto tenga a questi colori”.

TUTTO SU LIVORNO-AVELLINO

Leggi anche –> Trotta: “A Livorno senza paura”

Leggi anche –> Livorno, festa per il Centenario al Picchi domenica