Livorno-Avellino, Kukoc: “Ce li mangiamo”

Questa volta è stato Tonci Kukoc, difensore del Livorno di Panucci, il protagonista della consueta conferenza stampa infrasettimanale, quando mancano ormai quattro giorni alla sfida con l’Avellino di Tesser.

Il giocatore amaranto non c’ha messo molto per infuocare una gara delicatissima per entrambe le compagini: “L’Avellino? Ce lo mangiamo, è inferiore a noi. Se vai in Croazia e parli del Livorno, tutti lo conoscono. Se parli invece dell’Avellino, si mettono a ridere. Loro – aggiunge – sono una squadra che punta molto sulla forza e sulla corsa. Non possiamo avere paura di una squadra così, se saremo uniti vinceremo sicuramente”.

L’ex Cska Sofia è stato a lungo lontano dai campi: “E’ stata dura non giocare per 4 mesi, poi per fortuna è arrivato il transfer. Adesso sono felice, non ho mai trovato un gruppo così unito. Voglio la Serie A con questa maglia: io gioco per lo stemma davanti, non per il nome dietro”.

Molti allenatori in passato hanno avuto da ridire sul suo carattere focoso: “Tutti parlano di questo, ma io non ho mai avuto problemi con allenatori, giocatori, tifosi, a parte con uno: Ivo Iaconi si crede Guardiola e invece non capisce niente di calcio. Quest’estate mi volevano lo Stoccarda e il Bologna, ma in Croazia gira la voce che faccio sempre casino e quindi queste società si sono tirate indietro. Il Livorno mi ha salvato la carriera”.

TUTTO SU LIVORNO-AVELLINO