Marcello Trotta a gianlucadimarzio.com: “Punto agli Europei 2015”

Il ritorno di Marcello Trotta in Italia ha suscitato l’interesse delle testate nazionali e del giornalista di Sky Gianluca Di Marzio che, dopo averlo presentato a dovere al tempo del trasferimento ad Avellino, lo ha intervistato per il suo omonimo sito web. Già in gol all’esordio da titolare, con la sua prima rete nel campionato italiano realizzata dal dischetto, Trotta vuole fare bene con la maglia biancoverde per proiettarsi agli Europei 2015 dove parteciperà la Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio.

Sono tornato in Italia perché questo è sempre il mio paese e volevo mettermi in mostra anche in chiave nazionale – ha dichiarato Marcello – c’è tanta concorrenza in avanti a me interessa solo darmi da fare e mettermi a disposizione dell’allenatore. I titolari sono Berardi, Belotti e Bernardeschi? Le iniziali le lasciamo a loro, io spero di trovare un posto in campo e con il duro lavoro so che posso farcela”.

Trotta non ha esitato a parlare bene del suo mister, Massimo Rastelli: “È un allenatore che punta molto sui giovani e riesce a valorizzarli al meglio, e poi è stato un attaccante e può darmi qualche consiglio in più su come fare gol”.

D’altronde, segnare è la cosa più importante per una punta: “Fare gol è l’obiettivo di ogni attaccante, ma se vedo un compagno piazzato meglio passo la palla a lui perché alla fine conta vincere le partite. Come successo con D’Angelo contro il Frosinone. E magari spero che a parti invertite lui saprà ricambiare il favore”.

Da ricordare il suo passato, vissuto tra Napoli, Manchester City e Fulham: “I Citizens mi scelsero quando giocavo nelle giovanili del Napoli. Fu Sven Goran Eriksson a volermi. Accettai per provare una nuova esperienza di vita, anche se rimasi pochissimo. A Londra, sponda Fulham, ho trovato la mia nuova casa. In Inghilterra si punta molto sui giovani, le strutture sono meglio attrezzate e mi è servito giocare oltremanica”.

Leggi anche –> Trotta: “A Livorno senza paura!”

Leggi anche –> Castaldo a Gianluca Di Marzio.com: “Ad Avellino a vita!”