Marcello Trotta (Avellino) all’Europeo Under 21: Eliminazione Amara

Si conclude nel peggiore dei modi l’avventura dell’attaccante dell’Avellino Calcio Marcello Trotta agli Europei Under 21 che si stanno giocando in Repubblica Ceca. La Nazionale Italiana ha dovuto abbandonare la competizione già nella fase a gironi, classificandosi al terzo posto con quattro punti a pari merito con la Svezia, ma per via della sconfitta all’esordio gli azzurrini hanno dovuto lasciare il passo agli scandinavi. Ha suscitato non poche polemiche il pareggio tra Portogallo e Svezia nell’ultima giornata, che ha accontentato entrambe le Nazionali, sicure di andarsi a giocare le Olimpiadi a Rio de Janeiro nel 2016, oltre che le semifinali dell’Europeo. La squadra di Gigi Di Biagio ha pagato l’inopinata sconfitta dell’esordio, seguita dal pareggio contro i portoghesi e dalla roboante quanto inutile vittoria contro l’Inghilterra per 3-1 alla terza giornata.

Per Marcello Trotta tre presenze su tre partite, ma soltanto una da titolare. Nelle prime due gare il talento biancoverde è riuscito a scendere in campo soltanto nel quarto d’ora finale, sovrastato nel ruolo di punta centrale dal “gallo” Andrea Belotti. Soltanto contro il team inglese Trotta è sceso in campo dal primo minuto, al fianco dell’amico attaccante del Palermo. La scelta spregiudicata di Di Biagio di giocarsi il tutto per tutto con due punte di peso ha ripagato le attese, ma tutto ciò non è bastato agli azzurrini. Nell’unica partita dove Trotta è stato protagonista, il numero 29 dei lupi ha offerto una grande prestazione, dividendo l’area di rigore con il suo compagno di squadre in maniera regale e servendo anche uno splendido assist in girata a Benassi per il gol del 3-1. Probabilmente Trotta avrebbe meritato più spazio, magari giocando al fianco di Belotti anche nelle altre due partite.

Adesso per l’ariete biancoverde è tempo di vacanze, dopo aver giocato sei mesi da highlander tra playoff ed Europei. Poi ci sarà tempo per pensare al futuro. Il mercato incombe, tante sono le pretendenti su di lui, ma l’Avellino spera di trattenerlo e di rivederlo il 13 luglio nel ritiro di Sturno insieme ai suoi compagni e al nuovo mister Tesser.

Leggi anche: