Marcello Trotta (Avellino): Conferenza Stampa di Presentazione

E’ arrivato finalmente il Trotta day. Questa mattina presso la sala stampa Scalpati del “Partenio-Lombardi” si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo acquisto dell’Avellino, Marcello Trotta. L’attaccante arrivato dal Fulham è stato accolto, oltre che dai giornalisti, anche da una folta schiera di tifosi, ansiosi di ascoltare le prime parole di quello che può essere il nuovo bomber dei lupi. Grande attesa per Trotta, arrivato ieri in città dove ha sostenuto le visite mediche ed ha firmato il contratto di due anni e mezzo con l’Avellino. Costato 700.000 euro alla società biancoverde, l’attaccante dovrà far fare quel salto di qualità al team di Massimo Rastelli, per puntare in alto nel girone di ritorno.

Presente anche il presidente Walter Taccone: “Abbiamo lottato contro tutto e contro tutti per portare questo gioiellino ad Avellino. Nessuno ci credeva. C’era chi diceva che Trotta fosse solo una fantasia, ma invece grandini per gradino, ce l’abbiamo fatta. C’è stato qualcuno di Avellino che ha voluto dare una mano. Questa persona è un grande imprenditore di Avellino, che ha voluto dare una mano alla squadra, non a Taccone. Siamo riusciti a comprare il ragazzo a titolo definitivo”.

Trotta si è presentato così: “Sono molto felice di arrivare qui ad Avellino e ringrazio il presidente per quest’opportunità. Sono arrivato qui per arrivare in alto. Il mio ritorno qui dopo tanti anni è fondamentale anche per il cammino in Nazionale. Avellino è una grande piazza non solo a livello campano, la tifoseria è calda, il tifoso vuole la vittoria ogni sabato e questo sarà soltanto una spinta in più. La pressione è una cosa positiva, anche in momenti di difficoltà ti riesce a far spingere al massimo”.

Trotta ha poi proseguito: “Mi ha convinto il progetto. Il presidente ha grandi ambizioni, e questo è fondamentale per un giovane. Caratterstiche tecniche? Sono un attaccante centrale che ama attaccare gli spazi ma anche giocare corto. La cosa che so fare meglio? Segnare!”.

Sull’esperienza in Inghilterra: “Scegliere Avellino è stato importante anche per riavvicinarmi alla mia famiglia dopo sei anni di assenza. In Inghilterra il calcio è molto fisico e si gioca per 46 partite, si picchia molto, come qui (ride ndr). Lì c’è uno stile di gioco un po’ diverso, anche nelle giovanili si fa a sportellate con gli avversari”. A chi si ispira Trotta: “A Christian Vieri e Luca Toni”.

maglia trotta

MARCELLO TROTTA ALL’AVELLINO: TUTTE LE NOTIZIE

Leggi anche: